L’Ambulatorio Amico di Valsamoggia diventa comunale e cresce

Garantita la continuità del servizio e potenziati gli orari di apertura 

Diventa comunale, a Valsamoggia, la gestione dell’Ambulatorio Amico, presidio gestito da volontari Auser che da 14 anni è il punto di riferimento per i cittadini che hanno necessità, per esempio, di fare iniezioni, gestire le medicazioni, fare il controllo glicemia o colesterolo, provare la pressione, controllare il peso ma anche fare aerosol terapia. 
Nato nel 2005 a Bazzano e poi con gli anni diffusosi su tutte le municipalità che oggi compongono il Comune di Valsamoggia più una sede a Calcara, questo importante servizio che ha come scopo quello di garantire continuità assistenziale alle persone che hanno necessità di prestazioni infermieristiche (ma anche fare educazione sanitaria e promuovere comportamenti a tutela della salute e del benessere individuale e collettivo), ha funzionato fino ad oggi grazie ad Auser e alla preziosa collaborazione di infermieri qualificati iscritti all’Albo, oggi in pensione ma che hanno lavorato in ospedali della provincia. All’interno dell’Ambulatorio Amico, che nel 2018 ha erogato complessivamente oltre 32mila prestazioni, il paziente viene preso in carico con una prescrizione medica che indica in modo specifico la prestazione da eseguire e, da quel momento in poi, seguito grazie alla registrazione dei servizi erogati.

Questo cambio di gestione ci consente di continuare a garantire la permanenza sul territorio di un presidio importantissimo e, anzi, ne aumentiamo i servizi investendo risorse che serviranno a coprire l’impegno dei volontari e l’acquisto delle attrezzature necessarie al funzionamento dei diversi ambulatori presenti sul territorio. Novità anche riguardo al personale: agli infermieri volontari di Auser, che potranno continuare a garantire la loro presenza con il benestare del loro ordine professionale di appartenenza, si aggiungeranno infermieri dell’AUSL. Proprio grazie a questo aumento del personale, alcuni ambulatori saranno aperti per un numero maggiore di ore.

Graziella Tonini, responsabile dei presidi: “Questo nuovo corso dell’Ambulatorio Amico per noi è entusiasmante. Sono davvero molto grata all’amministrazione per questo impegno non solo perché significa che ha riconosciuto l’importanza del nostro servizio ma soprattutto perché si è impegnata per il bene dei cittadini che spesso non possono raggiungere l’ospedale e trovano in noi un punto di riferimento fondamentale. Avere a cuore la cittadinanza è una grande dimostrazione di amore per il proprio territorio e per noi che siamo volontari e mettiamo sempre il cuore davanti a tutto, questo è molto importante”.

Alberto Schincaglia di CISL: “Esprimiamo molta soddisfazione per l’accordo che ha consentito di salvaguardare e potenziare questo prezioso presidio, punto di riferimento essenziale per il territorio e i cittadini di Valsamoggia”. 

Gianni Monte Responsabile CdLI-CGIL Distretto di Casalecchio e Secondo Cavallari Responsabile SPI-CGIL Distretto Casalecchio-Montagna: “Questo risultato è strettamente legato all’accordo sul riassetto dei servizi ospedalieri e territoriali che oggi, con l’integrazione virtuosa tra il volontariato e l’offerta pubblica, consente di potenziare l’integrazione socio-sanitaria nel comune di Valsamoggia: all’aumento dell’offerta ospedaliera all’interno dell’Ospedale Dossetti di Bazzano e al potenziamento del personale infermieristico in tutto il territorio valsamoggino con quattro nuovi assunti da parte di ASL, si aggiunge il decentramento dell’assistenza sanitaria su tutte e cinque le municipalità che compongono il nuovo comune. Una saldatura tra politiche di volontariato esistenti (come per esempio l’Ambulatorio Amico) e nuovi investimenti senza rinunciare alla creazione e alla valorizzazione di «quel lavoro di cura di qualità» che dal nostro punto di vista è la migliore risposta alla crisi economica, nella direzione di un lavoro che sia sempre sostenibile”.

NUMERI

Nel 2018 a Valsamoggia l’Ambulatorio Amico, nelle sue diverse sedi, ha erogato complessivamente 32.678 prestazioni. In dettaglio:

  • iniezioni n. 4.855
  • glicemia n. 4.501
  • colesterolo n. 1.039
  • medicazioni n. 1.444
  • saturazione e frequenza cardiaca n. 5.594
  • pressione n. 9.724
  • peso n. 666
  • presenze utenti n. 13.314

ORARI

BAZZANO
Via della Resistenza     LUN-SAB         8.00-10,30
Ospedale Dossetti        LUN-SAB         8.00-12,30

CRESPELLANO          
LUN-MAR-VEN8.00-10,30
MER-GIO         8.00-10.00

CALCARA
LUN                 8.30-10.30
MER                10.30-12.30
GIO                 8.00-10.00

MONTEVEGLIO
LUN                 8.00-10.00
MAR e GIO      10.45-12.45
MER e VEN      8.30-10.30

C.SERRAVALLE
LUN                 10.30-12,30
MAR                8.30-10.30
MER                8.00-10.00
GIO                 8.30-11.00
VEN                 10.45-12,30

SAVIGNO
LUN                 9.00-12.30
MAR-SAB        8.00-10.30

Info: https://www.comune.valsamoggia.bo.it/index.php/ambulatorio-amico

L’AMBULATORIO AMICO DIVENTA COMUNALE E CRESCE | Diventa comunale, a Valsamoggia, la gestione dell’Ambulatorio Amico,…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Mercoledì 17 aprile 2019

Da oggi a bordo di tutte le pattuglie di Valsamoggia un defibrillatore, grazie alle Proloco

Da ieri a Valsamoggia c’è un defibrillatore automatico esterno, DAE, sulle pattuglie in circolazione sul territorio. L’importante risultato, ufficializzato in queste ore con la consegna dei dispositivi, è stato ottenuto grazie alla collaborazione e alla sensibilità di più soggetti. Da un lato la Comandante della Polizia Locale di Valsamoggia, Monica Righi, che da tempo lavorava al’idea di aumentare ulteriormente le possibilità di soccorso degli uomini in divisa e dall’altra le Proloco che hanno accolto questa proposta con grande entusiasmo e che per la prima volta, proprio per questa occasione, si sono trovare a lavorare unite.

“Da tempo – spiega la Comandante Monica Righi – tutti noi della Polizia Locale siamo formati per il primo soccorso ma per essere pienamente operativi mancavano ancora i DAE a nostra disposizione. Grazie a questi tre donati ora dalle Proloco, che ringrazio moltissimo, siamo in grado di dotare ogni pattuglia in circolazione sul territorio di un defibrillatore semiautomatico. Grazie poi a un software dedicato, anche il 118 potrà allertarci e, coordinandoci con loro, garantire il migliore tipo di soccorso in caso di emergenza. Il tema è davvero importante e aver raggiunto questo traguardo è per me un motivo di grande orgoglio”.

“Abbiamo raccolto con entusiasmo la richiesta della Comandante Righi – le fa eco Valter Ferrari che in questo particolare caso parla a nome di tutte e cinque le Proloco di Valsamoggia – perché anche per noi la sicurezza è una priorità assoluta. Non è la prima volta che doniamo DAE ma di certo è la prima volta che lo facciamo tutti uniti. Un’esperienza positiva, di grande collaborazione, che di sicuro porterà presto noi Proloco ad essere non solo il punto di riferimento per la sola Municipalità che rappresentiamo ma per tutta Valsamoggia. Siamo in un momento di grande sviluppo turistico e ragionare in termini di rete è necessario per valorizzare al meglio il nostro territorio”. Proloco Crespellano Pro Loco Bazzano Proloco Savigno ProLoco Castello di Serravalle Pro Loco Monteveglio

È sempre motivo di orgoglio, per un sindaco assistere a questi momenti così importanti per una comunità. In una fase storica in cui sembra difficile trovare persone disponibili ad aiutare gli altri, questo territorio si distingue e percorre la strada della solidarietà e dell’attenzione verso chi più ha bisogno. Ringrazio quindi le Proloco per essere sempre così attente alle esigenze dei cittadini e in questo caso vederle insieme e unite è ancora più significativo. La donazione porta a oltre 30 i DAE sul territorio consentendoci di proseguire nell’obiettivo di diventare un territorio cardioprotetto.

DA OGGI A BORDO DI TUTTE LE PATTUGLIE DI VALSAMOGGIA UN DEFIBRILLATORE, GRAZIE ALLE PROLOCO | Da ieri a Valsamoggia c’è…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Mercoledì 10 aprile 2019

Lunedì 8 aprile partono i lavori di riqualificazione della Piazza di Bazzano

VIA ALLA RIQUALIFICAZIONE DELLA PIAZZA DI BAZZANO. DA LUNEDI’ 8 APRILE per circa 6-8 settimane, partiranno i lavori di riqualificazione, che consistono nella eliminazione dei tratti in pietra ondulata sostituiti con delle aiuole e nuove sedute, il potenziamento dell’illuminazione, i segnapassi interrati e le barriere mobili per limitare l’accesso all’area pedonale e al fine di eliminare, finalmente, l’utilizzo delle transenne stradali, spesso accumulate nelle zone antistanti.

Lo schema progettuale, studiato nel corso del 2017 e approvato nel 2018, ha recepito le indicazioni date durante il percorso di condivisione che ha visto la partecipazione di associazioni e cittadini e fa parte del più ampio riordino degli spazi centrali delle nostre comunità, riassunto nel progetto “5 piazze per un comune” (sotto i dettagli) in corso di attuazione.

Tra le altre novità, la conferma del numero dei posti auto a fronte di un minor consumo dello spazio pedonale, nuove aree di aggregazione, la presenza di piante di melograno, storico simbolo di bazzano, e l’inizio della riqualificazione della scalinata della rocca, che sarà oggetto di successivo rifacimento completo.

Le aree di cantiere saranno LIMITATE (tratteggio in ROSSO) e non impatteranno sulla viabilità e sul mercato del sabato mattina, che sarà come di consueto presente.

VIA ALLA RIQUALIFICAZIONE DELLA PIAZZA DI BAZZANO. DA LUNEDI' 8 APRILE per circa 6-8 settimane, partiranno i lavori di…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Venerdì 5 aprile 2019

Valsamoggia: c’è ancora da pedalare

Anche se il tempo sembra volato, sono passati quasi cinque anni da quando ci avete dato fiducia e abbiamo avuto l’onore di rappresentare la comunità in cui viviamo.

Lavorando insieme, molti progetti che sembravano irraggiungibili sono diventati realtà. Molti altri sono in corso di realizzazione e tante idee sono in cantiere. Dietro alle oltre 200 opere pubbliche e servizi realizzati ci sono tanti sopralluoghi, tanti confronti con le persone, su e giù per il nostro bellissimo territorio.

Molto rimane ancora da fare. La nostra vallata ha un potenziale enorme, attira famiglie, imprese e quindi lavoro, turismo: per questo non ci si può fermare.

Conclusa con successo questa prima fase, in cui abbiamo gestito anche il rodaggio della nuova macchina amministrativa, si deve proseguire nei prossimi cinque anni, per concentrarci su nuovi progetti ma anche sulle rifiniture di ciò di cui abbiamo già posto le basi.

Per questi motivi ho rinnovato la mia disponibilità a mettermi al servizio della comunità in cui vivo e sono cresciuto.

Il punto di partenza di questa seconda parte del viaggio non poteva che essere ancora in mezzo alle persone, alle associazioni, alle realtà del nostro territorio, aggiungendo qualche chilometro ai tanti macinati in questi anni

Da ragazzino, come tanti, ho conosciuto la Valsamoggia prima di tutto in bicicletta e quindi, prima dei prossimi appuntamenti in cui avremo ulteriore modo di confrontarci sulle idee per il futuro, vi invito a raggiungermi domenica 7 aprile a questo evento itinerante.

In una delle tappe o anche per fare un pezzetto di strada in bici. Insieme.

VALSAMOGGIA, C'È ANCORA DA PEDALAREAnche se il tempo sembra volato, sono passati quasi cinque anni da quando ci avete…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Giovedì 4 aprile 2019