Il 26 maggio si vota per le comunali:
qui la sintesi del programma per i prossimi 5 anni di lavoro

A questo link è possibile sfogliare la sintesi del programma della coalizione, composta da tante persone della nostra comunità che con motivazione ed entusiamo, si sono rese disponibili a continuare il lavoro iniziato per il territorio in cui vivono e a cui mi metto al servizio per proseguire l’attuale ruolo di Sindaco.

Dopo le fondamenta gettate negli ultimi anni, con nuove opere pubbliche realizzate tra cui scuole, ciclabili, impianti sportivi e progetti per valorizzare la cultura, il turismo e tutto il mondo del lavoro che hanno fatto crescere Valsamoggia, troverete le idee di base per continuare a migliorare.

E quindi ancora investimenti in sicurezza (potenziando la rete di videosorveglianza e con nuovi agenti di polizia), in sanità (con il potenziamento dell’ospedale di Bazzano e dei servizi collegati), nello sport per sviluppare ovunque gli impianti sportivi e realizzare la nuova piscina, e gli edifici scolastici, nuovi e attuali. Completare la rete delle ciclabili, potenziare la capacità di intervenire sul verde e nelle piccole manutenzioni, creare attrattività per imprese, nuovi posti di lavoro, turismo e dare ancora più attenzione ai temi ambientali e tanto altro ancora.

Se volete venire a discuterne di persona, qui c’è il calendario delle iniziative finora in programma.

Ricordo che si vota il 26 maggio,
dalle 7,00 alle 23,00.
Scheda azzurra per il Comune.
Scheda rosa per il Municipio.
Scheda marrone per le Europee.

300 caschetti per bici ai bambini di Valsamoggia

Anche quest’anno abbiamo ripetuto l’iniziativa e consegnato ai bimbi delle quinte del nostro Comune che hanno frequentato il corso di sicurezza stradale e guida sicura, un caschetto omologato per andare in bicicletta.

Gli investimenti (oltre 2 milioni di euro solo in questi primi cinque anni) che come Comune abbiamo fatto e stiamo facendo in nuove ciclabili e pedonali per incentivare la mobilità sostenibile su tutto il territorio, richiedono una sempre maggiore consapevolezza da parte di tutti gli utilizzatori, non solo i più piccoli ma anche gli adulti che devono dare il buon esempio. E l’uso del casco e il rispetto delle regole sono fondamentali per prevenire le gravi conseguenze dovute alla distrazione o a comportamenti irresponsabili.

Ringrazio per la preziosa collaborazione tutto il Corpo di Polizia Locale di Valsamoggia che ha svolto le numerose giornate di corsi e che come sempre ha contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa e tutte le insegnanti che ci hanno dato questa opportunità. E buon divertimento a tutti quelli che “spianeranno” il loro nuovo caschetto nei prossimi giri in bici!

Gli UMARÈLLS sbarcano a Valsamoggia

In occasione dei lavori di riqualificazione della Piazza di Bazzano è stata predisposta una “postazione umarèlls” riservata a chi vuole controllare da vicino l’andamento dei lavori. Per celebrare la divertente trovata, abbiamo avuto – grazie a Beppe Stefani che dopo aver visto la postazione ha deciso di invitarli – il piacere di ospitare il “papà” degli Umarèlls, Danilo Masotti, l’amatissimo comico di Zelig Giovanni Cacioppo e Franz Campi, cantautore italiano e autore di tante canzoni molto note tra le quali “Banane e lampone” di Gianni Morandi. Insieme, abbiamo voluto testare questo spazio sbirciando oltre le transenne del cantiere. Umarèlls di Valsamoggia, accorrete!

Perchè non buttare i rifiuti nei bidoni?

Fare il Sindaco vuol dire tante cose. Essere disponibili al confronto continuo, di persona, in occasioni formali, in giro sul territorio (in questi anni ho macinato diverse migliaia di chilometri su e giù per la valle), ma anche sui nuovi mezzi di comunicazione. Ho scelto di fare così, altri potrebbero decidere di essere meno raggiungibili, meno disposti a metterci la faccia. Una delle conseguenze però è una specie di ronzio costante nelle orecchie (che in tempi moderni è diventato il suono delle notifiche del telefono), perchè si viene presi in causa per ogni tipologia di problema che accade sul pianeta Terra.
Uno dei più frequenti sono le segnalazioni di abbandono dei rifiuti nei luoghi più remoti, per questo da anni abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione che anche attraverso le telecamere occultabili anti degrado stanno cercando di educare (e sanzionare) i comportamenti scorretti di alcuni cittadini.
L’ennesimo filmato che vi faccio vedere oggi però è sinceramente sconcertante: non siamo in piena campagna e il bidone è presente ma si preferisce lasciare tutto per terra causando degrado, attirando animali infestanti e costando alla collettività molto denaro vista la necessità di pulizie straordinarie. Quindi vi prego nuovamente: usate i bidoni, le stazioni ecologiche attrezzate (gratuite) e un poco di buon senso. Anche solo per dimostrare alle generazioni future che almeno un pochino ci interessa davvero rispettare l’ambiente in cui abbiamo la fortuna di vivere.
(continuate a segnalarci le aree su cui far ruotare le telecamere, recentemente ne abbiamo ordinate altre tre).

Contro furti e truffe. Una rete di sostegno per gli over65

Dopo i diversi interventi per migliorare la sicurezza locale, con investimenti in personale, tecnologia, collaborazione con le varie forze dell’ordine per la prevenzione e supporto attivo dei cittadini con i gruppi di controllo di vicinato, abbiamo aggiunto un nuovo tassello con l’obiettivo di unire le forze per creare una rete a sostegno dei più fragili.

A seguito dell’accordo sindacale siglato in occasione dell’approvazione del bilancio 2019, ho firmato stamattina, insieme a CNA Pensionati Bologna, un “Protocollo d’intesa a favore dei cittadini pensionati ultrasessantacinquenni residenti nel territorio del Comune di Valsamoggia, vittime di furti o rapine”.

In base all’accordo, il Comune di Valsamoggia ha predisposto un fondo apposito del valore complessivo di 3mila euro valido da oggi fino alla fine del 2019, a copertura dei sinistri.
Del protocollo fa parte anche la lista di sinistri per i quali si può chiedere un rimborso (scippo, rapina, estorsione, furto con destrezza, furto con scasso, furto avvenuto all’interno dell’abitazione di residenza in presenza dell’anziano e/o di famigliari) e dei rimborsi previsti (in caso di furto max 100€ all’anno per ogni anziano, 500€ nel giorno del ritiro della pensione ma solo una volta all’anno per ogni anziano, max 300€ per il ripristino di porte e finestre in caso di furto con scasso e su presentazione della documentazione della spesa effettuata). Esclusi dagli indennizzi gli anziani non residenti a Valsamoggia e i titolari di polizze assicurative che coprono le stesse tipologie di sinistro.

Le segnalazioni verranno raccolte dagli sportelli territoriali dei Sindacati Cna Pensionati Bologna , CGIL-SPI, CISL-FNP, STU UILP-UIL che supporteranno gli interessati nella compilazione dei moduli necessari alla richiesta di rimborso che poi verrà inviata al Comune che provvederà alla liquidazione dei contributi richiesti, previa verifica della correttezza della richiesta.

I cittadini del Comune di Valsamoggia che avessero la necessità di richiedere il rimborso possono rivolgersi a Cna Pensionati Bologna, pensionati@bo.cna.it, cell. 389 1125599. Saranno indirizzati su appuntamento sulla sede Cna Bazzano.

Valsamoggia 2014-2019
Il Bilancio Sociale di fine mandato

Una sintesi del lavoro svolto nei cinque anni.
Opere, servizi, numeri e una fotograzia della popolazione.
Chi eravamo e come siamo cambiati oggi

In questo Bilancio Sociale tutti i cittadini di Valsamoggia potranno trovare una sintesi del lavoro svolto in questi cinque anni. Il documento si ispira al principio che prevede che ogni amministrazione pubblica, in quanto titolare di una funzione di tutela di interessi e di soddisfazione di bisogni dei cittadini, ha l’onere di rendere conto di quanto operato nei propri ambiti di competenza e che trova appunto nel bilancio sociale un documento più leggibile e completo rispetto al solo bilancio economico.

Vista la maggiore attività svolta in questi anni che deriva dalle maggiori risorse economiche a disposizione che discendono dai vantaggi previsti per legge per i comuni nati da fusione, molti aspetti sono stati resi solo in forma sintetica per motivi di spazio. Dietro gli oltre 30 milioni di euro di investimenti in opere pubbliche, tra cui nuove scuole, strade, manutenzioni a fiumi e territorio e impianti sportivi, e il generale potenziamento dei servizi di base, c’è il lavoro di tanti operatori che, quotidianamente, si impegnano a dare servizi di qualità. E il fatto che la popolazione sia in costante aumento, che imprese nuove o già insediate stiano investendo proprio qui è un segnale positivo che ci impone di non fermarci sul treno dell’innovazione e dell’introduzione di nuovi e qualificati servizi.

La versione integrale del bilancio sociale di fine mandato è a disposizione sul sito del Comune di Valsamoggia nella sezione trasperenza o potete raggiungerlo direttamente attraverso questo link: BILANCIO SOCIALE DI FINE MANDATO


Con l’ABC del cuore gli studenti di Valsamoggia dai 10 ai 18 anni imparano a salvare le vite

L’obiettivo è aumentare la sicurezza nelle scuole di Valsamoggia e al contempo far crescere giovani cittadini in grado di intervenire in modo efficace in caso di emergenza.
Per la prima volta inseriti nel progetto i ragazzi dell’ultimo anno dell’alberghiero Veronelli. 
A loro, gli istruttori di IRC insegnano ad utilizzare il defibrillatore automatico. 

Si chiama “ABC del Cuore” il progetto nato a Valsamoggia nel 2011 che si pone l’obiettivo di aumentare il numero delle persone sul territorio in grado di intervenire in caso di emergenza. Patrocinato dall’amministrazione ma anche dal Ministero dell’Istruzione, il progetto consiste nell’insegnare il primo soccorso nelle scuole, a partire dalla 5° elementare. Per la prima volta, grazie alla presenza dell’Istituto alberghiero Veronelli da pochi anni sul territorio, sono stati inseriti nel progetto anche i ragazzi di quinta superiore.

Simone Bini, infermiere del 118 e istruttore per i corsi di rianimazione per IRC, Italian Resuscitation Council: “Ai giovanissimi delle scuole elementari e delle medie, si insegna come intervenire in caso di primo soccorso, in terza media anche il massaggio cardiaco, perché quando c’è una situazione di emergenza, anche i più piccoli possono dare un contributo prezioso alla persona che non si sente bene. Da quest’anno poi, abbiamo esteso il progetto anche alla scuola superiore con una grande novità: i ragazzi dell’ultimo anno che sono maggiorenni imparano non solo il primo soccorso ma, grazie a un corso di 5 ore, anche l’utilizzo del DAE, il defibrillatore automatico. Il corso dà loro il diritto ad ottenere inoltre un attestato che possono spendersi all’Università come credito formativo e sul luogo di lavoro nel rispetto della normativa sulla sicurezza, perché è legale sotto tutti i punti di vista”.

Il progetto però non si ferma ai ragazzi perché ad essere formati per il primo soccorso, l’uso del DAE e la disostruzione delle vie aeree è anche il corpo docente delle scuole di Valsamoggia. Oggi in tutte le scuole del territorio, dalla materna alle medie i maestri e i professori sono in grado di intervenire in caso di emergenza. E dal prossimo autunno, la stessa formazione verrà fatta anche ai docenti dell’alberghiero Veronelli. Crediamo molto in questo progetto perché mette la salute dei cittadini al primo posto e, più persone ci sono in grado di intervenire in caso di emergenza, più si alzano le possibilità che chi ha bisogno possa essere soccorso in maniera efficace. Tutto questo, associato ai defibrillatori il cui numero è in aumento in tutta Valsamoggia anche grazie alle tante donazioni fatte da associazioni, proloco e privati, contribuisce a farci avvicinare ogni giorno di più all’obiettivo di far diventare Valsamoggia un territorio cardioprotetto. Non posso che ringraziare una volta di più tutti i soggetti coinvolti in questa iniziativa e i ragazzi e i loro insegnanti che aderiscono a questi corsi sempre con grande entusiasmo.

Aggiornamento ondata di maltempo

In queste ore stiamo assistendo a un generale miglioramento delle condizioni del tempo e, in base anche all’ultimo aggiornamento della Protezione Civile, “non è previsto alcun fenomeno meteorologico significativo ai fini dell’allerta e non si prevedono ulteriori precipitazioni nelle prossime 6 ore. La criticità idraulica è riferita alla propagazione delle piene fluviali nei tratti di valle, prodotte dalle elevate precipitazioni delle ultime 36 ore”. A Valsamoggia ora non si segnalano situazioni critiche: i distacchi della luce che si sono verificati nel pomeriggio di ieri sono stati ripristinati entro la sera stessa e alcuni smottamenti, puntualmente segnalati, sono già oggetto di verifiche degli enti competenti. È in corso inoltre il monitoraggio delle strade con le squadre di intervento che sono pronte a intervenire in caso di emergenza. Al momento comunque la circolazione è regolare su tutte le strade.