La nuova Giunta di Valsamoggia

Due conferme e tre nuove entrate che hanno in comune competenza, energia e amore per il territorio.

Competenza perché è il punto di partenza per fare bene, energia perché sono tante le cose che ancora vanno fatte. Amore per il territorio perché è su questa base che qualche anno fa è nata Valsamoggia ed è su questa base che vogliamo che continui a crescere.
Una squadra scelta pensando innanzitutto alle esigenze del territorio e alle persone in grado di valorizzare ogni singola delega a loro affidata.

A Milena Zanna, già Sindaca di Castello di Serravalle e oggi Vicesindaca di Valsamoggia, ho affidato le deleghe legate alla programmazione economica e di personale e le politiche sociosanitarie.

A Federica Govoni vengono confermate le deleghe alle attività produttive e all’innovazione e promozione del territorio mentre ad Angela Di Pilato, che mantiene le deleghe su scuola e formazione, ho chiesto di seguire anche le attività culturali e le politiche per le pari opportunità.

Angelo Zanetti, dopo l’esperienza come Presidente del Consiglio comunale, mantiene la delega allo sport che già aveva nello scorso mandato ma seguirà anche la manutenzione e cura del territorio e la viabilità.

A Christian Soverini, infine, andranno le deleghe legate alle azioni di contrasto all’emergenza climatica, le politiche ambientali e quelle legate all’integrazione. Nei prossimi giorni assegnerò ad alcuni consiglieri alcune ulteriori deleghe specifiche su azioni tematiche.

La presentazione ufficiale avverrà nel corso del primo Consiglio comunale del nuovo mandato che, così come era già successo in quello precedente, si terrà alle 20,30 in Piazza Garibaldi a Bazzano.
L’azione amministrativa non si è comunque mai fermata, neppure in questi giorni visti i tanti cantieri in corso e le nuove opere da progettare. Primi impegni: la nuova scuola materna di Castello di Serravalle con l’inaugurazione prevista a settembre, la ciclabile Bazzano-Barlete, la palestra di Monteveglio e il completamento delle riqualificazioni delle cinque Piazze di Valsamoggia, solo per citare alcuni dei cantieri in corso.

LA NUOVA GIUNTA DI VALSAMOGGIA | Due conferme e tre nuove entrate che hanno in comune competenza, energia e amore per il…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Mercoledì 12 giugno 2019

Arrivederci e grazie di tutto

Questa mattina, con l’apertura del collegamento dell’autostrada, si è chiusa la fase principale della realizzazione dell’infrastruttura più importante degli ultimi decenni per il nostro territorio e non solo.

Sono stato a salutare al campo base, luogo in cui abbiamo passato molte giornate (e non solo) in questi quattro anni, alcuni dei protagonisti di questo risultato. Con l’emozione di chi saluta, prima del prossimo lungo viaggio, non più solo dei professionisti, ma degli amici.

Abbiamo condiviso gioie e amarezze, polemiche – spesso, voglio dirlo, ingiuste – e riconoscimenti.

Per questo grazie davvero. Grazie all’impresa e in particolare a Paola Carron che la rappresenta e ai suoi collaboratori, a partire dal responsabile dell’esecuzione dell’opera Mauro Dall’ò che in pratica ha vissuto dentro quel cantiere giorno e notte insieme ai tanti componenti della sua squadra e ai tanti collaboratori. A Pietro Luminasi e a tutto il gruppo della Città Metropolitana di Bologna, a Stefano Cremonini e a tutto l’ufficio tecnico comunale e all’Assessore Regionale Raffaele Donini, sempre pronto nel darci una mano a superare le difficoltà. E naturalmente al ‘mio’ Assessore (tanto per noi lo rimarrà per sempre con questa carica) Fabio Dardi con cui abbiamo condiviso non solo la responsabilità di amministratori, ma un pezzo di vita. Solo l’aver lavorato tutti insieme ci ha consentito di arrivare a questo risultato. Ora che nel percorrere quel tratto di strada si può ammirare la straordinaria bellezza del nostro territorio da una prospettiva nuova, continuiamo a lavorare per renderlo sempre più bello.

ARRIVERDERCI, E GRAZIE DI TUTTO. Questa mattina, con l'apertura del collegamento dell'autostrada, si è chiusa la fase…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Venerdì 31 maggio 2019