Nuova Bazzanese: svincolo via Lunga.
Video e aggiornamenti

30 maggio 2018

SVINCOLO PROVVISIORIO DI VIA LUNGA, UN VERO PECCATO

SVINCOLO PROVVISIORIO DI VIA LUNGA, UN VERO PECCATO. Eravamo tutti chiamati ad una prova di civiltà e di rispetto (non solo del codice della strada) in questa fase transitoria di viabilità, iniziata lunedì, in attesa dell'apertura di quell'opera che attendiamo da tanti anni che migliorerà in modo significativo le vite di tanti pendolari. E quindi, se da un lato c'è la soddisfazione di avere flussi regolari (in video un passaggio in orario di punta oggi pomeriggio) e paragonabili a quelli precedenti (addirittura nelle direzioni principali vi è stato un miglioramento dovuto al fatto che non ci si deve più fermare alla rotonda), dall'altro per alcuni incivili che continuano a valicare fuori mano la carreggiata, si stanno rischiando incidenti e provvedimenti da parte dell'Ente proprietario della strada, la Città Metropolitana di Bologna. Per scongiurare le ipotesi, sono stati intensificati i controlli della Polizia Municipale e aggiunta nuova segnaletica. Ma è necessaria una presa di coscienza e collaborazione anche da parte di tutti gli automobilisti, che sarà sottoposta a verifica nei prossimi giorni. INFINE RICORDO A TUTTI CHE:1. ci hanno comunicato che non si possono mettere divisori fissi di carreggiata come barriere o cordoli continui di gomma (stamattina è stata fatta una prova con i palettini di gomma mobili, gli unici consentiti, che sono stati divelti in pochi minuti..);2. non si possono mettere telecamere in quanto non sarebbero omologate per elevare sanzioni;3. non si poteva realizzare una rotonda provvisoria perchè non è stata autorizzabile per problemi di misure minime da codice della strada;4. sono programmati e in corso servizi specifici di controllo da parte della polizia municipale;5. sarà ulteriormente migliorata la segnaletica.

Pubblicato da Daniele Ruscigno su mercoledì 30 maggio 2018

 

Eravamo tutti chiamati ad una prova di civiltà e di rispetto (non solo del codice della strada) in questa fase transitoria di viabilità, iniziata lunedì, in attesa dell’apertura di quell’opera che attendiamo da tanti anni che migliorerà in modo significativo le vite di tanti pendolari. E quindi, se da un lato c’è la soddisfazione di avere flussi regolari (in video un passaggio in orario di punta oggi pomeriggio) e paragonabili a quelli precedenti (addirittura nelle direzioni principali vi è stato un miglioramento dovuto al fatto che non ci si deve più fermare alla rotonda), dall’altro per alcuni incivili che continuano a valicare fuori mano la carreggiata, si stanno rischiando incidenti e provvedimenti da parte dell’Ente proprietario della strada, la Città Metropolitana di Bologna. Per scongiurare le ipotesi, sono stati intensificati i controlli della Polizia Municipale e aggiunta nuova segnaletica. Ma è necessaria una presa di coscienza e collaborazione anche da parte di tutti gli automobilisti, che sarà sottoposta a verifica nei prossimi giorni.
INFINE RICORDO A TUTTI CHE:
1. ci hanno comunicato che non si possono mettere divisori fissi di carreggiata come barriere o cordoli continui di gomma (stamattina è stata fatta una prova con i palettini di gomma mobili, gli unici consentiti, che sono stati divelti in pochi minuti..);
2. non si possono mettere telecamere in quanto non sarebbero omologate per elevare sanzioni;
3. non si poteva realizzare una rotonda provvisoria perchè non è stata autorizzabile per problemi di misure minime da codice della strada;
4. sono programmati e in corso servizi specifici di controllo da parte della polizia municipale;
5. sarà ulteriormente migliorata la segnaletica.

28 maggio 2018

IL VIDEO DEL NUOVO SVINCOLO TEMPORANEO DI VIA LUNGA.

Svincolo Via Lunga

IL VIDEO DEL NUOVO SVINCOLO TEMPORANEO DI VIA LUNGA. Il fatidico giorno è arrivato e questa mattina gli operatori hanno deviato la viabilità come già annunciato. Per chi non è ancora passato o è semplicemente curioso, il video dello svincolo con il passaggio Crespellano direzione Bologna, Crespellano direzione Via Lunga (con inversione prima uscita e innesto nuova viabilità in via Pastore) e Via Lunga Bologna con anche la possibilità indicata di evitare il passaggio da Ponte Ronca, facendo inversione nel parcheggio della stazione dei treni. Per ora non si registrano particolari criticità se non le consuete code a tratti per il rientro. INFINE: raccomandiamo per i mezzi pesanti l'utilizzo della via Emilia, evitare manovre di attraversamento fuori mano delle carreggiate assolutamente VIETATE e ovviamente di moderare la velocità essendo una viabilità provvisoria di cantiere. Ricordo tempi di conclusione della costruzione della nuova rotonda e della posa del ponte ncessario stimati in 5/6 mesi.

Pubblicato da Daniele Ruscigno su lunedì 28 maggio 2018

 

Il fatidico giorno è arrivato e questa mattina gli operatori hanno deviato la viabilità come già annunciato. Per chi non è ancora passato o è semplicemente curioso, il video dello svincolo con il passaggio Crespellano direzione Bologna, Crespellano direzione Via Lunga (con inversione prima uscita e innesto nuova viabilità in via Pastore) e Via Lunga Bologna con anche la possibilità indicata di evitare il passaggio da Ponte Ronca, facendo inversione nel parcheggio della stazione dei treni. Per ora non si registrano particolari criticità se non le consuete code a tratti per il rientro.
INFINE: raccomandiamo per i mezzi pesanti l’utilizzo della via Emilia, evitare manovre di attraversamento fuori mano delle carreggiate assolutamente VIETATE e ovviamente di moderare la velocità essendo una viabilità provvisoria di cantiere. Ricordo tempi di conclusione della costruzione della nuova rotonda e della posa del ponte ncessario stimati in 5/6 mesi.

Pino Battistini: un riconoscimento per il lavoro svolto per la comunità

CONSEGNATO A PINO BATTISTINI UN RICONOSCIMENTO PER IL LAVORO SVOLTO PER LA NOSTRA COMUNITÀ | Nei giorni scorsi, insieme…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su martedì 29 maggio 2018

Valsamoggia un gioco di squadra: posata
la prima pietra della nuova scuola dell’infanzia

Nasce a Castello di Serravalle e può ospitare oltre 160 bambini. Investimento di 3,5milioni di euro

Sarà luminosa, spaziosa e quasi autosufficiente dal punto di vista energetico, la nuova scuola materna attualmente in costruzione a Valsamoggia nel municipio di Castello di Serravalle in un’area di proprietà del Comune. Un’idea progettuale di cui si parlava da tanti anni diventata realtà nelle scorse ore con la posa della prima pietra alla quale hanno assistito anche i sindaci di Castello di Serravalle che nei loro rispettivi mandati hanno accarezzato l’idea di poter avere una nuova scuola dell’infanzia: Luigi Vezzalini, Secondo Cavallari, Gaetano Finelli e Milena Zanna.

Questo è un momento molto importante che la comunità aspettava da tanti anni. Un progetto che è iniziato in realtà tanti anni fa grazie a un gioco di squadra fatto anche con le amministrazioni del passato ma che non poteva essere realizzato a causa della mancanza di risorse. Valsamoggia le ha e continua ad investire sul futuro costruendo una nuova scuola materna in un territorio montano in cui la qualità dei servizi pubblici è fondamentale. Un ampliamento dei servizi per le famiglie, rappresentato da un asilo nuovo e vicino a casa, potrà conciliare meglio i tempi della famiglia e dell’accudimento dei più piccoli con quelli del lavoro agevolando impegni e ritmi di vita dei cittadini.

CARATTERISTICHE TECNICHE

La scuola nascerà in un grande parco e avrà una superficie lorda di quasi 2mila mq nei quali sono compresi anche gli spazi di servizio previsti dalle norme in vigore, nel rispetto delle condizioni di abitabilità, illuminazione naturale e artificiale, sicurezza ed eliminazione delle barriere architettoniche.

Le sezioni saranno 6, ciascuna in grado di ospitare fino a 28 bambini. Ogni sezione sarà dotata di servizi igienici e di locale deposito. Due ampi locali, esterni alle sezioni e anche questi dotati di servizi igienici, saranno destinati invece alle zone riposo. Le pareti dei locali riposo saranno mobili per essere aperte e raccolte su un lato per ampliare le zone comuni e creare grandi spazi da utilizzare in occasioni particolari. Gran parte della luce naturale e del riscontro d’aria della grande “piazza centrale” sarà garantita dalle ampie finestrature che perimetrano i “giardini interni”, grandi pozzi di luce che potranno essere utilizzati anche come giardini didattici e spazi per l’insegnamento. Sono inoltre previsti due grandi locali atelier/laboratorio, i locali di servizio alla scuola e un grande ambiente per l’attività motoria. Superfici fonoassorbenti miglioreranno l’acustica interna.

La scuola verrà riscaldata con pompe di calore, il consumo elettrico delle quali sarà coperto dalla produzione di energia elettrica da impianto fotovoltaico installato sul tetto. Tutte le scelte riguardanti l’impiantistica di servizio sono state fatte per mantenere la massima flessibilità negli ambienti in relazione alle destinazioni d’uso, dal comfort ambientale e dai bassi costi di gestione e di esercizio (sarà quasi completamente autosufficiente). Nell’intervento è compresa anche la realizzazione di opere esterne alla recinzione della scuola dell’infanzia come la strada di accesso, i parcheggi e gli spazi di sosta e manovra dei mezzi.

VIDEO: POSA PRIMA PIETRA

FOTOGALLERY

Sicurezza, una battaglia che si vince solo insieme

È uscito in queste ore un articolo sui media locali che riguarda una rapina che si è svolta I PRIMI DI APRILE nella zona antistante la Rocca di Bazzano, in cui un gruppo di giovani ha aggredito e rapinato due ragazzi. Episodio molto grave su cui i Carabinieri della Stazione di Bazzano sono intervenuti immediatamente, inseguendo , individuando grazie anche alla collaborazione delle vittime, e assicurando alla giustizia i criminali oltre a recuperare la refurtiva. Un intervento concluso in poco più di 90 minuti.

Ora, che sia un dovere lavorare per una maggiore sicurezza in tutti i territori del nostro Paese credo che sia una cosa ovvia e sui cui dovremmo essere tutti d’accordo. Bisogna chiedersi però qual è il modo migliore per farlo. Questo specifico caso di cronaca riporta un intervento tempestivo delle forze dell’ordine, grazie anche alla capillarità sul territorio e la presenza h24 (abbiamo 4 stazioni dei carabinieri, oltre al comando della polizia municipale). A livello di amministrazione locale possiamo interfacciarci con le forze dell’ordine e offrire loro il supporto della municipale, come abbiamo fatto ad esempio predisponendo numerosi turni notturni e installando nuove telecamere di controllo degli accessi.

Accanto a questo, le dinamiche della nostra società sono molto cambiate e c’è bisogno di tutti, a partire dai cittadini, con le segnalazioni, anche per aiutare la fondamentale prevenzione dei reati. C’è bisogno della scuola, per educare alla legalità. C’è bisogno delle istituzioni nazionali che devono lavorare per una giustizia più efficiente e veloce e più capace di garantire il rispetto delle leggi, con i mezzi e le risorse necessarie.

E poi c’è bisogno anche delle famiglie. I soggetti in questione, infatti, erano giovanissimi, usciti dalla rete della comunità in cui vivono e sono cresciuti.

Non so quanto siano utili i sensazionalismi o le polemiche politiche, come se non fossimo tutti dalla parte di chi difende la sicurezza delle persone, ovviamente sostenendo soluzioni concrete, realizzabili, rispettose del ruolo delle Forze dell’ordine, per primi dei militari dell’Arma dei Carabinieri. Credo sia molto più utile invece l’attivismo civile, come ad esempio ci stanno insegnando i tanti volontari concittadini che si stanno impegnando nei gruppi di controllo di vicinato qui a Valsamoggia. Qui: maggiori informazioni.

SICUREZZA: UNA BATTAGLIA CHE SI VINCE SOLO INSIEME. È uscito in queste ore un articolo sui media locali che riguarda una…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su giovedì 24 maggio 2018

Nuova Bazzanese: deviazioni al traffico da lunedì 28 maggio

Come annunciato già qualche settimana fa, stanno entrando nella fase conclusiva i lavori per la realizzazione della nuova strada provinciale SP 569, meglio nota come “Nuova Bazzanese”. Ora c’è la data a partire dalla quale entreranno in vigore le deviazioni per la realizzazione della nuova rotatoria sopraelevata in via Lunga: lunedì 28 maggio.
In località Crespellano quindi, per ultimare il raccordo con via Lunga con una rotatoria sopraelevata, da lunedì prossimo la strada provinciale SP 569 sarà deviata in corrispondenza di quella attuale, con conseguente chiusura al traffico dello svincolo tra la provinciale e via Lunga.

L’accesso a via Lunga sarà garantito dal nuovo svincolo realizzato a est di quello attuale e dalla via Emilia.
Durante i lavori il collegamento pedonale con la stazione del Servizio Ferroviario Metropolitano sarà garantito tramite la nuova strada in prolungamento di via Pastore verso est e l’esistente viabilità che sovrappassa la Bazzanese e prosegue in affiancamento alla linea ferroviaria.

I tempi previsti per i lavori della rotonda sopraelevata sono di circa 5/6 mesi.

Si consiglia ai mezzi pesanti in direzione del comparto industriale di utilizzare la Via Emilia. Per favorire la circolazione sarà istituito il divieto di sosta temporaneo lungo la carreggiata di via Pastore.

In foto le mappe con i percorsi consigliati e il disegno del nuovo svincolo:

 1. Direzione Crespellano-Bologna, Bologna-Crespellano: si usa il nuovo svincolo aperto in entrambi i sensi di marcia.

 

 

 

 

2. Direzione Bologna-Via Lunga: si entra nel nuovo braccio di Via Pastore.

 

 

 

 

 3. Direzione Via Lunga-Crespellano: si esce dal nuovo braccio di Via Pastore.

 

 

 

 

 4. Direzione Via Lunga-Bologna: si passa da Ponte Ronca.

 

 

 

 

5. Direzione Crespellano-Via Lunga: si passa uscendo alla prima uscita e si rientra nel nuovo braccio di Via Pastore.

 

 

 

 

 6. Disegno dello svincolo finale: la SP 569 (in rosso) passa sotto allo svincolo di accesso (in azzurro e in quota); il passaggio pedonale sarà garantito nel lato sinistro del nuovo svincolo. Durante i lavori il collegamento pedonale con la stazione del Servizio Ferroviario Metropolitano è garantito tramite la nuova strada in prolungamento di Via Pastore verso est e l’esistente viabilità che sovrappassa la Bazzanese e prosegue in affiancamento alla linea ferroviaria.

 

Disponibile anche un video realizzato dalla Città metropolitana di Bologna

La fortuna di vivere in mezzo al verde
e l’importanza di rispettarlo
e valorizzarlo ogni giorno

Si chiama “Il Giardino didattico dei Fiori Profumati” la nuova area verde inaugurata stamattina all’ingresso della…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su martedì 15 maggio 2018

Sicurezza in bici. Consegnati oltre 300 caschetti ai bimbi delle classi quinte

SICUREZZA IN BICI | Sono stati 305 i caschetti che questa mattina, come ormai tradizione da quando esiste il comune…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su lunedì 14 maggio 2018

I 120 anni della Farmacia Osti di Bazzano

I 120 ANNI DELLA FARMACIA OSTI | Rinnovo gli auguri alla Farmacia Osti di Bazzano per il prestigioso traguardo dei 120…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su sabato 12 maggio 2018

Intitolata a Silvio Montaguti la biblioteca
di Castello di Serravalle

Si è svolta stamattina la cerimonia di intitolazione della biblioteca di Castello di Serravalle a Silvio Montaguti….

Pubblicato da Daniele Ruscigno su sabato 12 maggio 2018

Giovani e innovazione. Lo School Maker Day 2018

GIOVANI E INNOVAZIONE | Oggi pomeriggio ho avuto il piacere di essere “giudice” all’evento Hackathon che si è tenuto…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su venerdì 11 maggio 2018