Per Federici stima e fiducia. Ho preso atto delle sue dimissioni

Ieri, dopo aver parlato con Fabio Federici, a cui ho rinnovato la più profonda stima e fiducia, ho preso atto della sua…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Giovedì 24 gennaio 2019

Nuova Bazzanese: aggiornamento e istruzioni per l’uso

Viste le numerose domande che mi stanno arrivando, riassumo qui alcune risposte che ho dato in questi giorni.

Stiamo aspettando il via libera definitivo per aprire il primo tratto tra l’uscita Muffa e l’uscita Crespellano Centro/Casello Valsamoggia A1/Via Emilia che dovrebbe arrivare a giorni. La complessità delle pratiche del collaudo deriva dal fatto che il nuovo percorso, costituito da una nuova carreggiata, una rotonda interrata con tutti gli impianti relativi, un viadotto e un ponte autostradale sulla A1, vede interessati molti Enti tra cui la Città Metropolitana, il Comune, Autostrade e il Ministero oltre agli altri Enti competenti per materia (Arpae, Soprintendenza, Consorzio di Bonifica, Vigili del Fuoco e Difesa per le forze armate visto che ci sono attraversamenti militari, solo per citarne alcuni). Tutti devono validare i collaudi e le certificazioni di corretta esecuzione dei lavori per ogni singolo comparto. Solo alla fine sarà firmato il verbale complessivo per le successive prese in carico. E solo al termine sarà dato l’ok alla viabilità.

Nel mese di dicembre si sono conclusi il 99% dei lavori (mancavano solo piccoli tratti di segnaletica e pochi dettagli) e si è iniziato il lungo iter di collaudo. A giorni daremo date certe: ho smesso di dare le date presunte CHE DI VOLTA IN VOLTA MI HANNO COMUNICATO perché in passato si sono rilevate poco precise. Data la complessità della vicenda, da dicembre stiamo passando tutti i giorni tra il cantiere e i vari uffici competenti per sollecitare la chiusura dei documenti il più velocemente possibile. Questo non solo perché – ma qualcuno a volte pare dimenticarlo – anche noi amministratori siamo cittadini di questo territorio (noi, le nostre famiglie e i nostri amici, usufruiamo di questi stessi servizi, percorriamo queste stesse strade, perdiamo tempo in fila in auto oppure potremo svegliarci un po’ più tardi una volta che le opere saranno completate) ma perché l’apertura della strada il più presto possibile è ovviamente interesse di tutti.

Tutto questo spero renda chiaro anche a chi mi chiede di aprire la strada con un atto del Sindaco, come ciò non sia ovviamente possibile, perché su questo – come su tutto il resto – il Sindaco deve rispettare le leggi e le altrui competenze sia legali che tecniche. Detto questo, ripeto che dovrebbe essere solo una questione di giorni, in un cantiere che complessivamente è in netto anticipo sui tempi di consegna previsti dalla gara (luglio2019).

Concludo con due inviti: il primo è a usare i canali ufficiali per le richieste e le informazioni perché, anche per i motivi sopra, diventa difficoltoso reperire su Facebook le domande e le segnalazioni dirette a me o all’amministrazione se vengono diffuse su svariate pagine e gruppi. Il secondo è a NON ENTRARE NEL NUOVO TRATTO aprendo le transenne: oltre ad essere assolutamente vietato è molto pericoloso perché circolano ancora mezzi al lavoro su altre parti del cantiere.

Se siete curiosi, in attesa che tutti possiate percorrere la nuova viabilità, vi metto qui il video del nuovo tratto (entrata muffa, uscita Crespellano centro, direzione autostrada, rotonda, uscita Crespellano/Bazzanese, uscita Crespellano centro, Via Bargellina) che ho realizzato al volo in occasione di uno dei sopralluoghi, e completato con alcune indicazioni.

Ps: ovviamente, non appena avremo la data certa, daremo comunicazione anche dei passaggi successivi (via Lunga, via Castelfranco e fine lavori complessiva) e delle altre opere accessorie.

Nuova Bazzanese Muffa Crespellano

NUOVA BAZZANESE: AGGIORNAMENTI E ISTRUZIONI PER L'USO. Viste le numerose domande che mi stanno arrivando, riassumo qui alcune risposte che ho dato in questi giorni. Stiamo aspettando il via libera definitivo per aprire il primo tratto tra l'uscita Muffa e l'uscita Crespellano Centro/Casello/Via Emilia che dovrebbe arrivare a giorni. La complessità delle pratiche del collaudo deriva dal fatto che il nuovo percorso, costituito da una nuova carreggiata, una rotonda interrata con tutti gli impianti relativi, un viadotto e un ponte autostradale sulla A1, vede interessati molti Enti tra cui la Città Metropolitana, il Comune, Autostrade e il Ministero oltre agli altri Enti competenti per materia (Arpae, Soprintendenza, Consorzio di Bonifica, Vigili del Fuoco e Difesa per le forze armate visto che ci sono attraversamenti militari, solo per citarne alcuni). Tutti devono validare i collaudi e le certificazioni di corretta esecuzione dei lavori per ogni singolo comparto. Solo alla fine sarà firmato il verbale complessivo per le successive prese in carico. E solo al termine sarà data viabilità. Nel mese di dicembre si sono conclusi il 99% dei lavori (mancavano solo piccoli tratti di segnaletica e pochi dettagli) e si è iniziato il lungo iter di collaudo. A giorni daremo date certe: ho smesso di dare le date presunte CHE DI VOLTA IN VOLTA MI HANNO COMUNICATO perché in passato si sono rilevate poco precise. Data la complessità della vicenda, da dicembre stiamo passando tutti i giorni tra il cantiere e i vari uffici competenti per sollecitare la chiusura dei documenti il più velocemente possibile. Questo non solo perché – ma qualcuno a volte pare dimenticarlo – anche noi amministratori siamo cittadini di questo territorio (noi, le nostre famiglie e i nostri amici, usufruiamo di questi stessi servizi, percorriamo queste stesse strade, perdiamo tempo in fila in auto oppure potremo svegliarci un po' più tardi una volta che le opere saranno completate) ma perché l’apertura della strada il più presto possibile è ovviamente interesse di tutti.Tutto questo spero renda chiaro anche a chi mi chiede di aprire la strada con un atto del Sindaco, come ciò non sia ovviamente possibile, perché su questo – come su tutto il resto – il Sindaco deve rispettare le leggi, le altrui competenze sia legali che tecniche. Detto questo, ripeto che dovrebbe essere solo una questione di giorni, in un cantiere che complessivamente è in netto anticipo sui tempi di consegna previsti dalla gara (luglio2019). Concludo con due inviti: il primo è a usare i canali ufficiali per le richieste e le informazioni perché, anche per i motivi sopra, diventa difficoltoso reperire su Facebook le domande e le segnalazioni dirette a me o all'amministrazione se vengono diffuse su svariate pagine e gruppi. Il secondo è a NON ENTRARE NEL NUOVO TRATTO aprendo le transenne: oltre ad essere assolutamente vietato è molto pericoloso perché circolano ancora mezzi al lavoro su altre parti del cantiere. Se siete curiosi, in attesa che tutti possiate percorrere la nuova viabilità, vi metto qui il video del nuovo tratto (entrata muffa, uscita Crespellano centro, direzione autostrada, rotonda, uscita Crespellano/Bazzanese, uscita Crespellano centro, Via Bargellina) che ho realizzato al volo in occasione di uno dei sopralluoghi, e completato con alcune indicazioni. Ps: ovviamente, non appena avremo la data certa daremo comunicazione anche dei passaggi successivi (via Lunga, via Castelfranco e fine lavori complessiva) e delle altre opere accessorie.

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Lunedì 21 gennaio 2019

Lavori in Cassoletta e Castellaccio

Cassoletta

LAVORI IN CASSOLETTA E CASTELLACCIO. In attesa della ripavimentazione delle vie Cassoletta, Castellaccio, Tombetto, San Lorenzo, oggetto di un intervento dedicato reso necessario dall'usura di queste strade utilizzate massicciamente per consentire il completamento delle nuove viabilità, oggi e nelle prossime ore si svolgeranno i lavori preliminari di consolidamento di alcuni tratti di banchine, su cui poi verrà fatto il tappeto di asfalto di usura non appena le temperature si alzeranno. L'intervento si somma al resto degli investimenti sulle strade (nel link il dettaglio), ed essendo fatto a viabilità aperta si prega di prestare la massima attenzione. (https://www.facebook.com/DanieleRuscigno1/photos/a.638894642869036/1911592812265873)

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Venerdì 18 gennaio 2019

In attesa della ripavimentazione delle vie Cassoletta, Castellaccio, Tombetto, San Lorenzo, oggetto di un intervento dedicato reso necessario dall’usura di queste strade utilizzate massicciamente per consentire il completamento delle nuove viabilità, oggi e nelle prossime ore si svolgeranno i lavori preliminari di consolidamento di alcuni tratti di banchine, su cui poi verrà fatto il tappeto di asfalto di usura non appena le temperature si alzeranno. L’intervento si somma al resto degli investimenti sulle strade (nel link il dettaglio), ed essendo fatto a viabilità aperta si prega di prestare la massima attenzione

Crespellano: apre il nuovo collegamento
della scuola primaria

Nella mattinata di domani, venerdi 18 gennaio, aprirà il secondo stralcio dei lavori di viabilità che collegano la nuova scuola primaria di Crespellano a Via Madre Teresa di Calcutta/Via Rio/Via Bargellina. Per consentire il completamento dei lavori sarà temporaneamente interrotto il marciapiede di collegamento su Viale della Stazione. Si potrà quindi utilizzare il nuovo percorso pedonale realizzato per l’accesso alla scuola.

DOMANI APRE IL NUOVO COLLEGAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CRESPELLANO | Nella mattinata di domani, venerdi 18 gennaio,…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Giovedì 17 gennaio 2019

Proloco Bazzano dona all’ANT e al Centro Sociale Cassanelli

Stamattina, in occasione dei tradizionali auguri di Natale in piazza con la Proloco Bazzano, ci sono state importanti…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Sabato 22 dicembre 2018

Il bando regionale assegna 900mila euro
alla Casa del Turismo di Savigno

C’è anche Valsamoggia tra i 37 Comuni e Unioni ammessi al contributo grazie al bando per la rigenerazione urbana promosso nei mesi scorsi dalla Regione Emilia-Romagna. La Casa del Turismo di Savigno è infatti tra i progetti che verranno finanziati e riceverà quasi 900mila euro che si sommeranno ai 500mila stanziati dal Comune di Valsamoggia per coprire l’investimento complessivo di circa 1,4milioni di euro.
L’obiettivo del bando regionale promosso dall’Assessore Regionale alla Programmazione Territoriale Raffaele Donini, era sostenere strategie di riqualificazione ambientale e degli spazi urbani, e di riuso del patrimonio edilizio esistente per città più belle, verdi e vivibili, e per comunità attive e coinvolte. L’intervento con il quale Valsamoggia ha partecipato, consiste nella riqualificazione del centro storico di Savigno, la nostra Municipalità a maggiore vocazione turistica, e riguarda in particolare il palazzo comunale e la cosiddetta “Pianella”, area su cui sorgono 2 edifici rurali circondati da un’area verde di circa 600mq che diventeranno centrali nell’ampliamento dell’offerta turistica di Valsamoggia.
L’iter prevede ora che entro dicembre 2019 siano aggiudicati i lavori e, per questo, nelle prossime settimane, l’Amministrazione avvierà un percorso partecipato finalizzato alla funzionalizzazione degli spazi con l’obiettivo di cogliere bisogni ed esigenze e delineare le prospettive di utilizzo.
Al bando hanno partecipato oltre 100 progetti e questo risultato rappresenta un grande successo per il quale ringrazio tutte le persone coinvolte.

900MILA EURO PER CASA DEL TURISMO DI SAVIGNO DALLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA | C’è anche Valsamoggia tra i 37 Comuni e…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Giovedì 20 dicembre 2018

Registrato l’atto di nascita di un bebè figlio
di due mamme. Prima volta a Valsamoggia

DIRITTI | Nelle ore scorse ho registrato l’atto di nascita di un bebè figlio di due mamme, venuto alla luce pochi giorni fa in un ospedale di Bologna. L’atto riconosce la genitorialità di entrambe le mamme e, al contempo, il diritto del piccolo di avere entrambi i genitori. Un atto che va nella direzione di un riconoscimento dei diritti che non deve venire meno e di fronte a cui lo Stato non può chiudere gli occhi. Innanzitutto, il diritto del piccolo a vedere riconosciuto giuridicamente il suo legame con le sue mamme e la sicurezza che questo legame non potrà essere spezzato senza motivo dall’esterno, come vale per ogni bambino nei confronti dei propri genitori e della propria famiglia. E per Mara e Claudia la possibilità di essere riconosciute entrambe come genitori, nella consapevolezza che ciò che davvero crea una famiglia e che fa la differenza è soltanto l’amore.

DIRITTI | Nelle ore scorse ho registrato l'atto di nascita di un bebè figlio di due mamme, venuto alla luce pochi giorni…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Martedì 18 dicembre 2018

Dal Gruppo podistico Monteveglio,
5.500 euro per Telethon

TELETHON | Questa mattina il gruppo podistico di Monteveglio ha consegnato ad Alessandro Maestrali, coordinatore…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Sabato 15 dicembre 2018

Panchine contro la violenza a Castello di Serravalle. E i 20 anni del Centro Sociale Baiesi

Al Centro Gino Baiesi, in occasione della festa per i vent’anni del centro, sono state installate e inaugurate due panchine che entreranno a far parte dell’arredo urbano come simbolo della campagna contro la violenza. Una rossa e una bianca. Quella rossa è contro la violenza sulle donne: un simbolo importante per ricordare che ognuno di noi può fare qualcosa quotidianamente. Se siamo testimoni, non giriamoci dall’altra parte. La panchina vuole sensibilizzare su tutti gli atti di violenza – non solo fisica ma anche verbale – che possono subire le donne. Quella di Castello di Serravalle si aggiunge alle altre già presenti sul territorio comunale. Un progetto per il quale ringrazio la Vicesindaco Silvia Rubini e le associazioni coinvolte. Quella bianca è per Giuseppe, contro ogni violenza, e ringrazio tanto i ragazzi che hanno avuto questa idea. Una panchina sulla quale i giovani, per la prima volta, potranno scrivere senza timore che qualcuno li rimproveri ma che, anzi, è fatta apposta per ospitare i loro pensieri e le loro dediche. In ricordo di Giuseppe ma non solo.
Infine, un pensiero per i 20 anni del Centro Baiesi con l’augurio che possa diventare l’unione tra le generazioni e, con la nuova scuola a pochi passi, essere protagonista di tante iniziative. Un ringraziamento di cuore va naturalmente ai volontari per l’impegno e la dedizione quotidiana.

Castello di Serravalle (Valsamoggia) – Panchine contro la violenza e Centro Baiesi

PANCHINE CONTRO LA VIOLENZA A CASTELLO DI SERRAVALLE E I 20 ANNI DEL CENTRO BAIESI | Oggi pomeriggio, al Centro Gino Baiesi, in occasione della festa per i vent'anni del centro, sono state installate e inaugurate due panchine che entreranno a far parte dell'arredo urbano come simbolo della campagna contro la violenza. Una rossa e una bianca. Quella rossa è contro la violenza sulle donne: un simbolo importante per ricordare che ognuno di noi può fare qualcosa quotidianamente. Se siamo testimoni, non giriamoci dall’altra parte. La panchina vuole sensibilizzare su tutti gli atti di violenza – non solo fisica ma anche verbale – che possono subire le donne. Quella di Castello di Serravalle si aggiunge alle altre già presenti sul territorio comunale. Un progetto per il quale ringrazio la Vicesindaco Silvia Rubini e le associazioni coinvolte. Quella bianca è per Giuseppe, contro ogni violenza, e ringrazio tanto i ragazzi che hanno avuto questa idea. Una panchina sulla quale i giovani, per la prima volta, potranno scrivere senza timore che qualcuno li rimproveri ma che, anzi, è fatta apposta per ospitare i loro pensieri e le loro dediche. In ricordo di Giuseppe ma non solo.Infine, un pensiero per i 20 anni del Centro Baiesi con l’augurio che possa diventare l’unione tra le generazioni e, con la nuova scuola a pochi passi, essere protagonista di tante iniziative. Un ringraziamento di cuore va naturalmente ai volontari per l’impegno e la dedizione quotidiana.

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Sabato 15 dicembre 2018

Ecco altri due campioni del lancio del sacchetto

Con il Natale alle porte, a questi signori va forse spiegato che Babbo Natale non va a recuperare i loro pacchi trasformandoli in graditi doni. Forse la sanzione li aiuterà a comprendere il concetto. Nel ringraziare i tanti cittadini che con le loro segnalazioni ci aiutano a contrastare questo malcostume, vi invito a continuare a suggerirci le zone da controllare.

Valsamoggia (Bo) – controllo abbandono rifiuti

ECCO ALTRI DUE CAMPIONI DEL LANCIO DEL SACCHETTO. Con il Natale alle porte, a questi signori va forse spiegato che Babbo Natale non va a recuperare i loro pacchi trasformandoli in graditi doni. Forse la sanzione li aiuterà a comprendere il concetto. Nel ringraziare i tanti cittadini che con le loro segnalazioni ci aiutano a contrastare questo malcostume, vi invito a continuare a suggerirci le zone da controllare.

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Lunedì 10 dicembre 2018