Festival della Cultura Tecnica 2018

“Per il mese di settembre le imprese bolognesi hanno previsto circa 9.400 assunzioni, un quarto di tutte quelle che verranno fatte in regione. Il 30% delle offerte di lavoro sono rivolte a figure con profili ‘high skills’, quindi, specialisti, tecnici e dirigenti. Il 31% delle assunzioni interesseranno giovani con meno di 30 anni. Ma le aziende sanno già che in 37 casi su 100 avranno difficoltà a trovare i profili desiderati. Per spiegare ai ragazzi e alle famiglie il valore della formazione tecnico-scientifica, anche e soprattutto in termini di garanzia di successo quando ci si affaccia al mondo del lavoro, torna il Festival della cultura tecnica”.

Da oggi fino al 17 dicembre, sul territorio metropolitano di Bologna, tornano gli appuntamenti organizzati nell’ambito del Festival della Cultura Tecnica, cartellone di iniziative dedicato alla promozione della cultura tecnica e scientifica, intesa anche come strumento di innovazione sociale. Gli oltre 100 appuntamenti, realizzati con la collaborazione di 130 partner, tra scuole, associazioni, enti e aziende, sono rivolti a studenti, famiglie, cittadini, imprese e rappresentanti istituzionali.

Nato nel 2014, il Festival della Cultura tecnica si inserisce nell’alveo del progetto “Il rilancio dell’educazione tecnica” – parte a sua volta della politica settoriale del Piano Strategico Metropolitano 2.0 “Manifattura,nuova industria e formazione” – che intende valorizzare la cultura tecnico-scientifica partendo dall’investimento nel sistema di istruzione e collegandolo a un’azione di “rinascita” della manifattura bolognese e, in generale, al sostegno delle nuove traiettorie di sviluppo dell’economia locale e per un complessivo sviluppo che sia al contempo sociale, culturale ed economico. Grazie all’integrazione con la programmazione del PON Città metropolitane Asse 3 “Inclusione sociale” in capo al Comune di Bologna, l’edizione 2018 del Festival, presenta uno specifico focus sul tema “Cultura tecnicaper l’innovazione sociale”.

Tra gli obiettivi dell’evento c’è la valorizzazione dei modi attraverso cui le competenze tecnico-scientifiche, in particolare dei giovani, possono contribuire alla crescita e allo sviluppo delle aree disagiate, favorendo il dialogo e l’inclusione, contrastando gli stereotipi e le discriminazioni, migliorando la vita delle comunità.

PILLOLE DI PROGRAMMA

Due mesi di eventi per la quinta edizione della rassegna che proporrà iniziative per insegnanti, operatori dei servizi e imprese, ma anche momenti di divulgazione e intrattenimento per bambini e ragazzi, pensati per avvicinare i giovani e le loro famiglie alle tematiche tecniche e scientifiche (come la meccanica, la robotica el’informatica, ma anche la geografia, l’agricoltura, il design e la falegnameria ecc.) attraverso presentazioni, laboratori interattivi e incontri dedicati sia ai percorsi formativi sia agli sbocchi occupazionali di questi settori.

Gli studenti, oltre a essere tra i primi destinatari degli eventi del Festival, questa mattina un ruolo da protagonisti a Palazzo Re Enzo dove la Fiera delle Idee è ancora una volta l’occasione per scoprire prototipi, esperimenti, dimostrazioni da parte degli studenti degli istituti tecnici e professionali del territorio metropolitano, dei Centri di formazione professionale, delle Fondazioni ITS, delle scuole secondarie di primo grado e di altre organizzazioni pubbliche e private particolarmente attive nella promozione dell’istruzione e della cultura tecnica: una rappresentazioneconcreta e multiforme del migliore saper fare del nostro territorio in chiave formativa, con un ampio spazio riservato all’interattività.

La manifestazione, a ingresso libero, come ormai tradizione richiamerà intere classi delle scuole secondarie di primo grado, oltre a studenti e insegnanti degli Istituti di ogni ordine e grado e visitatori interessati a questi temi. Più di 900 studenti della secondaria di primo grado si sono già prenotati per la visita all’esposizione. Presenti a Palazzo Re Enzo anche i ragazzi di LookUpRadio – la radio degli studenti, che con interviste e commenti live allestiranno una radiocronaca divertente e partecipata dell’evento.

A testimonianza dell’attenzione che la rassegna riserva al maggiore coinvolgimento delle ragazze, storicamente meno presenti nei percorsi formativi e nelle professioni di tipo tecnico-scientifico, sonoquest’anno i Technoragazze Days. Si tratta di una serie di laboratori rivolti alle ragazze della secondaria di primo grado, ideati per far loro conoscere e sperimentare le discipline tecnico-scientifiche in area manifatturiera e non solo. I laboratori saranno gestiti direttamente dagli studenti e dalle studentesse degli istituti tecnici, professionali e dei centri di formazione, in una logica di peer education.

PROGRAMMA COMPLETO SUL SITO UFFICIALE DEL FESTIVAL

Alcune immagini della mattinata:

Contributi economici fino a 500€ per chi ha frequentato il nido tra gennaio e giugno 2018

In questi giorni le famiglie di Valsamoggia stanno ricevendo una lettera con la quale gli si comunica che, a seconda della fascia ISEE dichiarata, riceveranno tra i 200 e i 500 euro di contributo economico finalizzato all’abbassamento delle tariffe dei nidi d’infanzia. L’iniziativa, resa possibile grazie a un trasferimento del Ministero dell’Istruzione (con fondi messi a disposizione da una legge del 2015 “riforma del sistema nazionale di istruzione e in particolare del sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita a sei anni”), consente al Comune di rimborsare fino a 500 euro a chi ha usufruito del servizi dell’infanzia nel periodo gennaio-giugno 2018.

Il contributo verrà erogato direttamente (tramite bonifico) oppure scalato progressivamente dai successivi bollettini in corso di emissione. In questo caso i cittadini troveranno i riferimenti nei bollettini stessi.

I fondi ministeriali complessivamente trasferiti a Valsamoggia ammontano a circa 217mila euro. Di questi, 90mila euro sono destinati alla riduzione delle tariffe per le famiglie dei bambini che hanno frequentato il nido nell’anno educativo 2017/2018 mentre altri 90mila euro serviranno per il miglioramento qualitativo del servizio. Della somma che rimane, una parte servirà per finanziare una nuova figura di raccordo tra i nidi d’infanzia e le materne e l’altra verrà utilizzata per ridurre le tariffe delle rette nelle materne paritarie convenzionate con il comune.

VALSAMOGGIA: CONTRIBUTI ECONOMICI FINO A 500 EURO PER CHI HA FREQUENTATO IL NIDO NELL’ANNO 2017/2018 | In questi giorni…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Martedì 9 ottobre 2018

Virgo Fidelis 2018

Si è svolta questa mattina la tradizionale cerimonia della Virgo Fidelis a cui ho partecipato insieme al Sindaco di Zola Predosa Stefano Fiorini. Di seguito il mio discorso.

VIRGO FIDELIS | Si è svolta questa mattina la tradizionale cerimonia della Virgo Fidelis a cui ho partecipato insieme al Sindaco di Zola Predosa Stefano Fiorini. Di seguito il mio discorso. Grazie per essere qui questa mattina a nome di tutta l'intera comunità di Valsamoggia, all’annuale appuntamento con l'Arma dei Carabinieri che ringrazio per il servizio che presta per tutti noi cittadini. Prima di tutto vorrei cogliere l’occasione per augurare buon lavoro al nuovo Comandante Provinciale di Bologna Colonnello Pierluigi Solazzo, al Comandante della Compagnia di Borgo Panigale Capitano Elio Norino, al Tenente Massimiliano Corbo a tutti i comandanti delle stazioni locali con collaboriamo proficuamente ogni giorno. Vorrei poi estendere i ringraziamenti a tutte le autorità presenti, agli organizzatori di questa importante celebrazione e a tutte le cittadine e i cittadini intervenuti, ricordando che molti tra questi hanno prestato servizio tra le fila della Benemerita e anche oggi continuano a presidiare con dedizione e costanza importanti servizi per le nostre comunità. E quindi un doveroso ringraziamento va a Ferruccio Gazzoli, non solo protagonista fondamentale nell’organizzazione di questa manifestazione ma instancabile volontario dell'associazione nazionale dei carabinieri. Voi non lo sapete ma i dettagliati report periodici che Ferruccio mi invia sulle attività che prestano come associazione mi stupiscono ogni volta per numero di servizi, costanza nel mantenere gli impegni presi e soprattutto qualità nello svolgimento delle attività, riconosciuta ampiamente da tutta la comunità. Grazie davvero ancora. Un grazie a Monsignore Giuseppe Grigolon, per averci onorato di officiare la Santa Messa di questa mattina, e a Don Giorgio per la dedizione con cui compiono la loro missione quotidianamente.E naturalmente saluto mamma Anna e i familiari di Otello, a cui è intitolata la nostra caserma di Bazzano. Anna dopo tanti anni, attraverso la sua presenza, non ci fa mai mancare il ricordo del suo ragazzo, che è diventato, se mi consenti Anna, un poco anche il nostro ragazzo. Di lui ricordiamo la dedizione nel servizio alla comunità, omaggiando anche quella parte di servizio che gli è stato impedito di proseguire e che lo avrebbe sicuramente portato a raggiungere importanti risultati a beneficio soprattutto di quella parte di popolazione che ha più che mai bisogno di uomini e donne come lui e i suoi compagni.Penso spesso a questo quando ricordiamo i tanti che perdono la vita in servizio per la collettività, che siano militari, componenti delle forze dell’ordine, volontari della protezione civile o dei vigili del fuoco, medici in soccorso nelle emergenze, e penso a come nonostante tutto loro abbiano continuato fino in fondo il loro lavoro, dandoci un esempio a cui ispirarci, motivandoci nei momenti di difficoltà, suggerendoci la strada da percorrere nei momenti in cui dobbiamo fare delle scelte. Grazie Otello, Andrea e Mauro.È un periodo non facile per le nostra società vista nel suo insieme più profondo, in cui si sta smarrendo il senso di compattezza necessario per superare le difficoltà e guardare al futuro, in cui sta prevalendo l’idea di prendere facili scorciatoie per risolvere problemi complessi.Non cadiamo in questa tragica trappola. Sappiamo tutti che non è possibile. È l’esperienza della vita quotidiana che ce lo insegna. Non esiste un obiettivo raggiunto senza un duro lavoro. Non esiste un progetto realmente efficace senza un’ampia condivisione. Non abbiamo la possibilità di salvarci se non lo facciamo tutti insieme.E quello che è tragicamente accaduto pochi giorni fa proprio sul nostro territorio ci deve far riflettere, sotto tanti punti di vista. Anche per questo voglio lanciare un appello a tutta la comunità da questo palco: non cediamo alla tentazione di perseguire la scorciatoia della giustizia personale, qui ci sono i nostri amati carabinieri: chiediamo che siano dati loro gli strumenti per fare il loro lavoro, affidiamoci anche alla loro cura per garantire la coesione delle nostre comunità, riconosciamogli il ruolo di pacificatori che tutto il mondo ci invidia, ad esempio quando sono chiamati nelle missioni internazionali. E non lasciamoli soli. Perchè nelle grandi e piccole cose della vita quotidiana, potremmo trovare sempre negli aspetti migliori della Benemerita un punto di riferimento. Buona Virgo Fidelis a tutti.(Video Zucchini Fotografo)

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Domenica 7 ottobre 2018

(Video Zucchini Fotografo)

Grazie per essere qui questa mattina a nome di tutta l’intera comunità di Valsamoggia, all’annuale appuntamento con l’Arma dei Carabinieri che ringrazio per il servizio che presta per tutti noi cittadini.
Prima di tutto vorrei cogliere l’occasione per augurare buon lavoro al nuovo Comandante Provinciale di Bologna Colonnello Pierluigi Solazzo, al Comandante della Compagnia di Borgo Panigale Capitano Elio Norino, al Tenente Massimiliano Corbo a tutti i comandanti delle stazioni locali con collaboriamo proficuamente ogni giorno.
Vorrei poi estendere i ringraziamenti a tutte le autorità presenti, agli organizzatori di questa importante celebrazione e a tutte le cittadine e i cittadini intervenuti, ricordando che molti tra questi hanno prestato servizio tra le fila della Benemerita e anche oggi continuano a presidiare con dedizione e costanza importanti servizi per le nostre comunità. E quindi un doveroso ringraziamento va a Ferruccio Gazzoli, non solo protagonista fondamentale nell’organizzazione di questa manifestazione ma instancabile volontario dell’associazione nazionale dei carabinieri. Voi non lo sapete ma i dettagliati report periodici che Ferruccio mi invia sulle attività che prestano come associazione mi stupiscono ogni volta per numero di servizi, costanza nel mantenere gli impegni presi e soprattutto qualità nello svolgimento delle attività, riconosciuta ampiamente da tutta la comunità. Grazie davvero ancora.
Un grazie a Monsignore Giuseppe Grigolon, per averci onorato di officiare la Santa Messa di questa mattina, e a Don Giorgio per la dedizione con cui compiono la loro missione quotidianamente.
E naturalmente saluto mamma Anna e i familiari di Otello, a cui è intitolata la nostra caserma di Bazzano. Anna dopo tanti anni, attraverso la sua presenza, non ci fa mai mancare il ricordo del suo ragazzo, che è diventato, se mi consenti Anna, un poco anche il nostro ragazzo. Di lui ricordiamo la dedizione nel servizio alla comunità, omaggiando anche quella parte di servizio che gli è stato impedito di proseguire e che lo avrebbe sicuramente portato a raggiungere importanti risultati a beneficio soprattutto di quella parte di popolazione che ha più che mai bisogno di uomini e donne come lui e i suoi compagni.
Penso spesso a questo quando ricordiamo i tanti che perdono la vita in servizio per la collettività, che siano militari, componenti delle forze dell’ordine, volontari della protezione civile o dei vigili del fuoco, medici in soccorso nelle emergenze, e penso a come nonostante tutto loro abbiano continuato fino in fondo il loro lavoro, dandoci un esempio a cui ispirarci, motivandoci nei momenti di difficoltà, suggerendoci la strada da percorrere nei momenti in cui dobbiamo fare delle scelte. Grazie Otello, Andrea e Mauro.
È un periodo non facile per le nostra società vista nel suo insieme più profondo, in cui si sta smarrendo il senso di compattezza necessario per superare le difficoltà e guardare al futuro, in cui sta prevalendo l’idea di prendere facili scorciatoie per risolvere problemi complessi.
Non cadiamo in questa tragica trappola. Sappiamo tutti che non è possibile. È l’esperienza della vita quotidiana che ce lo insegna. Non esiste un obiettivo raggiunto senza un duro lavoro. Non esiste un progetto realmente efficace senza un’ampia condivisione. Non abbiamo la possibilità di salvarci se non lo facciamo tutti insieme.
E quello che è tragicamente accaduto pochi giorni fa proprio sul nostro territorio ci deve far riflettere, sotto tanti punti di vista.
Anche per questo voglio lanciare un appello a tutta la comunità da questo palco: non cediamo alla tentazione di perseguire la scorciatoia della giustizia personale, qui ci sono i nostri amati carabinieri: chiediamo che siano dati loro gli strumenti per fare il loro lavoro, affidiamoci anche alla loro cura per garantire la coesione delle nostre comunità, riconosciamogli il ruolo di pacificatori che tutto il mondo ci invidia, ad esempio quando sono chiamati nelle missioni internazionali.
E non lasciamoli soli. Perchè nelle grandi e piccole cose della vita quotidiana, potremmo trovare sempre negli aspetti migliori della Benemerita un punto di riferimento.
Buona Virgo Fidelis a tutti.

Passerella Sirena a Bazzano

Passerella Sirena, Bazzano (Valsamoggia, Bo)

PASSERELLA SIRENA BAZZANO | Inaugurata qualche giorno fa a Bazzano la passerella sul Samoggia tra i campi sportivi e la zona Sirena che negli ultimi mesi è stata oggetto di una completa riqualificazione per un investimento di circa 140mila euro, alla quale si è recentemente aggiunta anche la nuova illuminazione per le ore notturne e la sistemazione di quella esistente. Nel breve video la passerella come si presenta oggi. All'apertura sono stati coinvolti anche i volontari che si trovavano sul lungofiume per l’iniziativa di pulizia “Strade Pulite Valsamoggia” che approfitto per ringraziare per le numerose preziose iniziative di tutela del nostro territorio. Fabio Dardi Angela Di Pilato Luca Grasselli Lorena Ghiaroni

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Venerdì 5 ottobre 2018

Inaugurata qualche giorno fa a Bazzano la passerella sul Samoggia tra i campi sportivi e la zona Sirena che negli ultimi mesi è stata oggetto di una completa riqualificazione per un investimento di circa 140mila euro, alla quale si è recentemente aggiunta anche la nuova illuminazione per le ore notturne e la sistemazione di quella esistente. Nel breve video la passerella come si presenta oggi. All’apertura sono stati coinvolti anche i volontari che si trovavano sul lungofiume per l’iniziativa di pulizia “Strade Pulite Valsamoggia” che approfitto per ringraziare per le numerose preziose iniziative di tutela del nostro territorio. Con me, Fabio Dardi, Angela Di Pilato, Luca Grasselli, Lorena Ghiaroni e Luca Patelli.

Trasporto pubblico Valsamoggia: inaugurata la linea 659 di collegamento tra le municipalità

Trasporto a Valsamoggia: inaugurata la linea 659 di collegamento tra le municipalità

INAUGURATA LA LINEA 659 DI COLLEGAMENTRO TRA LE MUNICIPALITÀ | Inaugurata questa mattina con la prima corsa da Goccia di Savigno a Ponte Samoggia la Linea Tper 659, una vera e propria navetta che fa servizio interno sul territorio di Valsamoggia coprendo tutte e cinque le municipalità e integrando tutte le corse esistenti che rimangono confermate con alcune modifiche di orario in alcuni casi. Le corse, pensate per riuscire anche a prendere i treni della Bologna-Vignola diretti in città, sono attive dal lunedì al sabato (escluso agosto). Il servizio, che stiamo cercando di attivare fin dai primi momenti della nostra amministrazione e che finalmente siamo riusciti a realizzare, sarà di grande aiuto anche dal punto di vista ambientale perché dà a quei cittadini che sapevano di poter contare solo sui propri mezzi, la possibilità di avere un servizio pubblico vicino a casa senza bisogno di utilizzare la propria auto se non per il tragitto che eventualmente c’è tra la loro abitazione e la fermata più vicina. Una iniziativa che si aggiunge alle navette studentesche, al potenziamento della linea ferroviaria Bologna-Vignola e alle ciclabili di collegamento la più lunga delle quali, circa 8km, è in costruzione proprio in queste settimane sul territorio e che, una volta terminata, collegherà Bazzano a Monteveglio e Castelletto. Il volantino: goo.gl/ahLLwo. Orari e tempi di percorrenza: ANDATA/RITORNOGoccia 9,13/Ponte Samoggia 10,41Savigno 9,18/Calcara 10,45Zappolino 9,28/Muffa 10,52Castelletto 9,35/Crespellano 10,54Stiore 9,46/Muffa 10,58Monteveglio 9,48 Treno per Bologna 11,01Bazzano osp. 9,55/Bazzano staz. 11,04Bazzano staz. 9,59/Bazzano osp. 11,06Treno per BO 10,03/Monteveglio 11,13Muffa 10,02/Stiore 11,15Crespellano 10,04/Castelletto 11,25Muffa 10,08/Zappolino 11,34Calcara 10,17/Savigno 11,44Ponte Samoggia 10,21/Goccia 11,49 TEMPI DI PERCORRENZA:Bazzano-Crespellano: circa 8 minutiBazzano-Monteveglio: circa 10 minuti Bazzano-castelletto: circa 20 minutiBazzano-Savigno: circa 30 minuti

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Lunedì 1 ottobre 2018

 

Inaugurata questa mattina con la prima corsa da Goccia di Savigno a Ponte Samoggia la Linea Tper 659, una vera e propria navetta che fa servizio interno sul territorio di Valsamoggia coprendo tutte e cinque le municipalità e integrando tutte le corse esistenti che rimangono confermate con alcune modifiche di orario in alcuni casi. Le corse, pensate per riuscire anche a prendere i treni della Bologna-Vignola diretti in città, sono attive dal lunedì al sabato (escluso agosto). Il servizio, che stiamo cercando di attivare fin dai primi momenti della nostra amministrazione e che finalmente siamo riusciti a realizzare, sarà di grande aiuto anche dal punto di vista ambientale perché dà a quei cittadini che sapevano di poter contare solo sui propri mezzi, la possibilità di avere un servizio pubblico vicino a casa senza bisogno di utilizzare la propria auto se non per il tragitto che eventualmente c’è tra la loro abitazione e la fermata più vicina. Una iniziativa che si aggiunge alle navette studentesche, al potenziamento della linea ferroviaria Bologna-Vignola e alle ciclabili di collegamento la più lunga delle quali, circa 8km, è in costruzione proprio in queste settimane sul territorio e che, una volta terminata, collegherà Bazzano a Monteveglio e Castelletto.

Il volantino con il dettaglio degli orari

Orari e tempi di percorrenza:

ANDATA/RITORNO
Goccia 9,13/Ponte Samoggia 10,41
Savigno 9,18/Calcara 10,45
Zappolino 9,28/Muffa 10,52
Castelletto 9,35/Crespellano 10,54
Stiore 9,46/Muffa 10,58
Monteveglio 9,48
Treno per Bologna 11,01
Bazzano osp. 9,55/Bazzano staz. 11,04
Bazzano staz. 9,59/Bazzano osp. 11,06
Treno per BO 10,03/Monteveglio 11,13
Muffa 10,02/Stiore 11,15
Crespellano 10,04/Castelletto 11,25
Muffa 10,08/Zappolino 11,34
Calcara 10,17/Savigno 11,44
Ponte Samoggia 10,21/Goccia 11,49

TEMPI DI PERCORRENZA:

  • Bazzano-Crespellano: circa 8 minuti
  • Bazzano-Monteveglio: circa 10 minuti
  • Bazzano-castelletto: circa 20 minuti
  • Bazzano-Savigno: circa 30 minuti

17 settembre 2018. Primo giorno di scuola

Oggi è suonata la prima campanella del nuovo anno scolastico. Faccio a bambine e bambini, ragazze e ragazzi i migliori auguri e ringrazio tutto il personale docente e non docente che ogni giorno si impegna con passione e professionalità nelle scuole.

Stamattina, come Consigliere delegato alla scuola della Città metropolitana di Bologna ho avuto il piacere di porgere personalmente gli auguri agli studenti dell’alberghiero di Casalecchio di Reno che da quest’anno ha raggiunto la propria autonomia e verrà presto dedicato a Luigi Veronelli, figura di spicco nella diffusione e valorizzazione del patrimonio enogastronomico italiano, giornalista e scrittore scomparso nel 2004. Gli oltre 770 studenti sono suddivisi tra la sede di Casalecchio e la succursale di Crespellano. E proprio nella sede di Crespellano di Valsamoggia sono state realizzate tre nuove aule che vanno ad aggiungersi a quelle già esistenti, mentre lo scorso anno erano stati realizzati i nuovi laboratori ad uso didattico: sala, bar, cucina così da poter rispondere al meglio alle esigenze didattiche dei 254 studenti dell’istituto. Nel 2019 sono inoltre previsti ulteriori interventi con nuove aule e laboratori.

Anche a tutti gli studenti dell’alberghiero a loro e alla dirigente Tiziana Tiengo, che conosco bene perché è stata a lungo in Consiglio comunale proprio a Valsamoggia, i migliori auguri per un buon anno scolastico.

PRIMO GIORNO DI SCUOLA | Stamattina è suonata la prima campanella del nuovo anno scolastico. Faccio a bambine e bambini,…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Lunedì 17 settembre 2018

È nato a Savigno un nuovo centro socioricreativo

È stato inaugurato poco fa, nell’ambito delle Festività Settembrine, il nuovo centro socioricreativo di Savigno, un luogo importante nato con l’obiettivo di dare alle persone una possibilità in più per non stare soli. Situato in via Marconi, il centro è aperto il lunedì e il mercoledì pomeriggio ed è stato pensato in particolare per gli anziani. Nei suoi spazi verranno organizzate attività di socializzazione, corsi di ginnastica per chi ha voglia di mantenersi in movimento ma anche eventi e feste. Per raggiungerlo è a disposizione un servizio di trasporto e per accedervi si possono contattare gli sportelli sociali di ASC InSieme che gestisce le attività in collaborazione con Auser e la Polisportiva Savignese. Ringrazio tutti quelli che renderanno possibile il buon funzionamento del centro e tutte le persone che hanno partecipato all’inaugurazione di oggi.

È NATO A SAVIGNO UN NUOVO CENTRO SOCIORICREATIVO | È stato inaugurato poco fa, nell'ambito delle Festività Settembrine,…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Domenica 16 settembre 2018

Valsamoggia: la Polizia Municipale arriva in Piazza Libertà a Monteveglio

Inizia oggi – e durerà alcuni giorni – il trasloco della Polizia Municipale dalla vecchia sede di Bazzano a quella nuova in centro a Monteveglio. Gli agenti si trasferiscono nell’edificio accanto all’ex Municipio, di proprietà dell’Amministrazione, che è stato dotato di strumentazioni tecnologicamente avanzate e che, per la prima volta, avrà anche due celle di sicurezza.

L’investimento di circa 400mila euro ha riguardato solo gli spazi inutilizzati del primo e del secondo piano della palazzina che, al piano rialzato e al primo piano, ospita anche attività commerciali, biblioteca e sala polivalente, che rimarranno collocate al medesimo posto e con la stessa destinazione d’uso. La nuova sede più grande, più accogliente e centrale sul territorio, ci consente di potenziare il presidio del territorio ma anche di risparmiare risorse sull’affitto che potranno essere reinvestite in sicurezza, in considerazione del fatto che l’edificio è di proprietà dell’Amministrazione. Un nuovo investimento che si aggiunge ai tanti in materia di sicurezza che abbiamo fatto in questi anni tra cui l’assunzione di nuovi agenti, nuove dotazioni tecnologiche, nuovi automezzi, il nuovo ufficio mobile e le telecamere intelligenti e quelle contro l’abbandono dei rifiuti.

Il trasloco inizia oggi con il grosso dei lavoro che sarà già terminato entro domenica consentendo alla Polizia Municipale di essere già pienamente operativa da lunedì 17 settembre nella nuova sede. I lavori termineranno definitivamente nei prossimi mesi con anche la riqualificazione di parte delle facciate e degli spazi esterni e la realizzazione di un deposito per i mezzi.

Durante il trasloco il centralino della Polizia Municipale (051/833537) sarà attivo su un’unica linea, quindi potrebbero esserci disagi legati all’attesa. Si ricorda comunque che i numeri per le emergenze sono il 112 e il 118.

 

Il commento della Comandante Monica Righi, che fa anche il punto sulle dotazioni degli agenti:

“La nuova sede è più spaziosa di quella attuale e ha dotazioni tecnologiche molto più avanzate come per esempio una centrale radio operativa più grande ed efficiente. Il tutto nel solco degli investimenti fatti negli ultimi anni, tutti finalizzati a implementare le strumentazioni che abbiamo a disposizione per controllare meglio il territorio. Un territorio a cui garantiamo 12 ore di copertura giornaliera, comprese le domeniche mattine e i pomeriggi in caso di eventi, a cui si aggiungono 90 servizi serali e 10 notturni all’anno. Tante ore sul territorio confermate anche dal numero di chiamate di emergenza a cui diamo risposta: una media di oltre 90 a settimana che si aggiungono ai controlli programmati”.

“Abbiamo tanti occhi elettronici che ci supportano. Ai 13 varchi attivi su tutto il territorio che ci consentono di verificare veicoli senza assicurazione, revisione o oggetto di furto, si aggiungono 3 telecamere mobili antidegrado che utilizziamo per combattere vandalismo e abbandono di rifiuti sul territorio e le bodycam che utilizziamo in servizi particolari di polizia giudiziaria per la sicurezza del singolo operatore. Rinnovato anche il parco macchine composto ora di 12 mezzi di cui 3 unità mobili. Tra i mezzi a disposizione anche due nuove Giulietta e, a breve due moto, le prime a disposizione della Municipale di Valsamoggia”.

“Ogni pattuglia ha un tablet collegato con la centrale operativa e, di recente, abbiamo potuto aggiungere a questi anche uno strumento innovativo che rileva i sinistri tramite GPS utilissimo per ridurre molto i tempi di rilievo a beneficio del traffico e uno strumento che grazie ai raggi ultravioletti ci consente di individuare i documenti falsi: patenti, carte di circolazione e assicurazioni”.

 

Viabilità: il 17 settembre chiusura TEMPORANEA via Papa Giovanni XXIII

VIABILITÀ: DA LUNEDI 17 SETTEMBRE CHIUSURA TEMPORANEA DI VIA PAPA GIOVANNI XXIII | Ancora qualche settimana di passione…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Mercoledì 12 settembre 2018

Asfaltatura. A Valsamoggia partono i lavori
(e dureranno qualche mese)

Come già annunciato (e dopo la fase durata alcuni mesi per l’affidamento della gara) LUNEDÌ 10 SETTEMBRE inizieranno a Valsamoggia i lavori di ripavimentazione.

Si partirà da MONTEVEGLIO con il parcheggio della scuola materna e via Abbazia, poi via Barlete; a SAVIGNO saranno interessate numerose strade delle frazioni e il parcheggio; a CRESPELLANO, diversi interventi riguarderanno le strade di collegamento della zona di pianura. Tocca poi a CASTELLO DI SERRAVALLE, con particolare attenzione al centro urbano, ai parcheggi e alle strade rurali. A BAZZANO ci si occuperà, tra l’altro, del parcheggio delle scuole medie mentre a MONTEVEGLIO gli interventi riguarderanno il centro urbano e le frazioni.

Di seguito un elenco provvisorio delle strade interessate che verrà aggiornato nel corso dei lavori. Ai lavori di ripavimentazione, il cui cronoprogramma potrà subire modifiche a seconda delle condizioni meteo, seguirà il rifacimento della segnaletica orizzontale. Raccomando di fare attenzione ai cartelli di divieto di sosta che saranno posizionati.

Ricordo infine che NON SARANNO ASFALTATE STRADE PROVINCIALI (goo.gl/1LpoRW), perché oggetto di lavori separati attualmente in fase di appalto da parte della proprietà cioè la Città Metropolitana di Bologna.

ELENCO/ORDINE PROVVISORIO DELLE STRADE INTERESSATE
DAI LAVORI DI ASFALTATURA

  • Via Montebudello – Monteveglio
  • Via Ca’ Agostini – Monteveglio
  • Via Montebudello – Bazzano
  • Via Minelli – Bazzano
  • Via dei Colli – Savigno
  • Via Marconi – Castello di Serravalle
  • Via Ca’ Agostini – Monteveglio
  • Via Campadio – Castello di Serravalle
  • Via Merlino – Castello di Serravalle
  • Via Sassi – Castello di Serravalle
  • Via della Libertà – Savigno
  • Via T. Pierantoni – Savigno
  • Via dei Colli – Savigno
  • Via Santa Croce – Savigno
  • Via Papa Giovanni XXIII – Savigno
  • Via Tiola – Castello di Serravalle
  • Via Vivaldi – Castello di Serravalle
  • Via Bacchelli – Castello di Serravalle
  • Via Silone – Castello di Serravalle
  • Via Rio Monteorsello – Castello di Serravalle
  • Via della Rocca – Castello di Serravalle
  • Via Machiavelli – Monteveglio
  • Via Indipendenza, Mattarella, Cervi – Monteveglio
  • Via Barlete – Monteveglio
  • Via Buia – Savigno
  • Via Prati di Soletto – Castello di Serravalle
  • Via San Michele – Castello di Serravalle
  • Via Volta – Monteveglio
  • Via Copernico – Monteveglio
  • Via Panzanesa – Bazzano
  • Via San Vincenzo – Bazzano
  • P. Scuole Medie – Bazzano
  • Rotatoria Via Carnevali – Bazzano
  • Preferenziale Ospedale – Bazzano
  • Rotatoria Zanasi – Bazzano
  • Via Papa Giovanni XXIII – Crespellano
  • Via G. Reni – Crespellano
  • Via Castellaccio – Crespellano
  • Via Bargellina – Crespellano
  • Via Bazzanese (parte comunale) – Crespellano
  • Via Emilia – Crespellano
  • Via Cassoletta – Crespellano
  • Via San Lorenzo – Crespellano
  • P. Bonifica – Savigno
  • P. Via Abbazia Sc. Materna – Monteveglio

ASFALTATURA. A VALSAMOGGIA SI PARTE! I LAVORI DURERANNO COMPLESSIVAMENTE ALCUNI MESI | Come già annunciato (e dopo la…

Pubblicato da Daniele Ruscigno su Venerdì 7 settembre 2018